mercoledì 26 febbraio 2014

El carneval de Muja de una volta

Doman taca banda carneval.
El Monon Behavior Research Department, in una ricerca za publicada l'anno scorso, anticipa e riassumi tute le polemiche, perchè semo sienziati e savemo za come che anderà le robe:

“no ma cossa vietato esser imbriaghi, sempre pezo, iera bel co se portavimo le boze de rosso col’arancio de casa de martedi, quel iera el VERO carneval de muja” 
[triestin medio che vedi muja 1 volta l'anno, de martedi de carneval e che col ciaro no la riconosessi]

“ma cossa, voi vegnì solo a far casin pissar per tera spacar auti far longhi e garbar per tuto, stè casa che se divertimo lo stesso”
[mujesan medio che la ga coi triestini]

“bah, per mi xe i muleti de desso che no i sa bever, che i sia mujesani o triestini” 
[trentene medio. Che però finirà per garbar e per butarghela ale mulete imbriaghe]

“una volta gavevimo de meno ma se lo godevimo de più
[vecio medio che no ga capì el tema]

“Anche questo i ne cava/ga cavado/vol cavar”
[vecio nostalgico del'Austria - copyright Bibliotopa]

“Dopo i 30 ani no se pon andar a Muja perchè el fegato no regi più la loro morchia. Se fazo carneval vado a Opcine che se bevi ben o a Monfalcon che xe babe cocole!”
[boba senza età - copyright Sandi Stark]



I NOSTRI LIBRI E GIOCHI:




Nessun commento:

Posta un commento

Disi la tua, ale!